Gli studi

Corsi complementari

 

Il Regolamento della SCC (art. 23) permette alla direzione di istituire, di regola nel secondo biennio, corsi complementari. Questa possibilità ha permesso dio offrire agli studenti corsi di varia natura fra i cui introduzioni a materie non offerte fra le materie obbligatorie: lingue, ad esempio spagnolo, materie artistiche o di approfondimento culturale.

La frequenza dei corsi complementari è obbligatoria per gli allievi che si sono iscritti. La nota è iscritta sulla pagella ma non è contata nella media.